CEI Pastorale della Salute

La pastorale della salute in Italia

Fondamento della pastorale della salute è l’insegnamento evangelico che Gesù ha sviluppato nel suo ministero pubblico, intersecando le due azioni: della cura delle anime con la predicazione e della cura dei corpi con le guarigioni. I dati biblici ci mostrano e rivelano che le guarigioni costituirono una parte fondamentale dell’apostolato di Cristo.

Sulla base di tale insegnamento la pastorale della salute è la presenza e l’azione della Chiesa per portare aiuto e recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti se ne prendono cura. Non viene rivolta solo ai malati, ma anche ai sani, ispirando una cultura più sensibile alla sofferenza, all’emarginazione e ai valori della vita e della salute.

Finalità

L’Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Conferenza Episcopale Italiana dipende dalla Segreteria Generale ed è a servizio delle Diocesi italiane e delle Conferenze Episcopali Regionali per l’evangelizzazione e la cura pastorale del mondo della sanità, lavorando per sostenere, accrescere e coordinare la presenza ecclesiale nell’ambito socio-sanitario.

Modalità di lavoro

L’attività dell’Ufficio si esplica a tre livelli interdipendenti tra loro, ciascuno con modalità e strumenti propri:

  1. Il malato, la sua famiglia e l’operatore: ascolto attento del mondo sanitario e presenza ecclesiale, il più capillare possibile, nelle realtà socio-sanitarie.
  2. Le opere della Chiesa: supporto e coordinamento pastorale delle opere della Chiesa in sanità (quali ospedali, case di cura, Residenze sanitarie e centri di riabilitazione cattolici e di ispirazione cristiana); coordinamento e supporto pastorale della associazioni ecclesiali socio-sanitarie.
  3. Pastorale, cultura e formazione: riflessione culturale e pastorale sul mondo della sanità a livello assistenziale, amministrativo, educativo, deontologico-etico.

Per ogni informazione: http://salute.chiesacattolica.it

Share This